Le crisi dimenticate, quando le vittime non fanno notizia

Le crisi dimenticate vengono definite come situazioni gravi e protratte nelle quali le popolazioni colpite stanno ricevendo aiuto internazionale nullo o insufficiente, e nelle quali manca un impegno politico a risolvere la crisi, in parte a causa dello scarso interesse dei media.

Queste crisi possono riguardare situazioni protratte di conflitto, disastri naturali ricorrenti, o una combinazione dei due fattori. In genere, ad essere colpite sono minoranze o gruppi svantaggiati all’interno di un paese. Alcune crisi hanno occupato i primi posti del Forgotten Crisis Assessment (Fca) per varie volte dal 2004, come ad esempio la questione dei rifugiati Saharawi in Algeria (13 volte), il conflitto del Kachin in Myanmar (13 volte), il conflitto armato interno in Colombia (10 volte) e quello nel nord-est dell’India (12 volte), nonché il trattamento dei rifugiati Rohingya in Bangladesh (9 volte).

L’Fca 2016-2017 identifica 12 situazioni di crisi dimenticate, di cui 10 già identificate nella precedente edizione della ricerca. Le nuove crisi sono il Mali e la dimensione regionale della crisi dei profughi del Centrafrica in Ciad e Camerun.

L’approfondimento fa parte de “Il Valore dell’Aiuto”, scarica il  Rapporto Completo

Foto @Oxfam

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X