Attacchi alle Ong, notizia positiva il dissequestro dalla nave Open Arms

Si sblocca positivamente la vicenda  della nave dell’ong spagnola Proactiva Open Arms, impegnata insieme ad altre organizzazioni umanitarie nella ricerca e salvataggio di migranti in pericolo di vita nel Mar Mediterraneo. Il gip di Ragusa ha disposto il dissequestro dell’imbarcazione, che è ancora ormeggiata al porto di Pozzallo da un mese, dopo il salvataggio in mare di 218 migranti, che aveva visto la Guardia costiera libica minacciare e accusare l’Ong spagnola in acque internazionali. Dopo aver escluso l’accusa di associazione a delinquere, la procura di Catania, a cui sono stati passati gli atti, oggi ha deciso di dissequestrare la nave. Dopo mesi di attacchi all’impegno umanitario di salvare vite umane da parte delle Ong si ritorna a stabilire la legittimità delle operazioni di SAR nel Mediterraneo e la falsità delle accuse lanciate finora verso gli operatori umanitari.

“Siamo molto contenti per il fatto che sia stata liberata la nave, ma non cantiamo ancora vittoria. Questo è un primo passo importante, per noi quasi scontato, ma per ora le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina restano” ha dichiarato Riccardo Gatti capo missione di Proactiva Open Arms a Redattore sociale. “Aspettiamo ancora che tutto si risolva per il meglio, sappiamo che succederà. Noi ci muoviamo e ci siamo sempre mossi dentro una cornice di legalità che ci obbliga a sottostare alle regole e alle leggi internazionali. Oggi parte la missione del nostro veliero Astral, aspettiamo di tornare a fare salvataggio con la Open Arms, avevamo già in programma di fermarci per lavori di manutenzione. Ora dobbiamo capire se in questo mese la nave ha subito danni. Ma di sicuro ripetiamo presto. Non abbiamo mai pensato di fermarci, siamo stati costretti a farlo”.

Per approfondire: redattoresociale.it

Foto @OnuItalia

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X