L’aumento delle temperature farà crescere del triplo le migrazioni verso l’Europa

Arriva una nuova conferma dell’impatto dei cambiamenti climatici sull’agricoltura e sui flussi migratori, in particolare verso l’Europa. E’ la rivista Science a presentare un nuovo studio “Asylum applications respond to temperature fluctuations” che, spiega Greenreport.it, nelle sue conclusioni prevede che se continueremo a emettere gas serra in atmosfera al ritmo attuale, entro il 2100 i migranti che richiederanno asilo nell’Unione europea potrebbero quasi triplicare rispetto alla media degli ultimi 15 anni. Lo studio confronta le domande di asilo presentate nell’Ue da persone provenienti da 103 Paesi tra il 2000 e il 2014, con le variazioni delle temperature nei Paesi di origine dei richiedenti.

Mettendo insieme i dati delle domande di asilo con le proiezioni del riscaldamento futuro, i ricercatori hanno scoperto che «un aumento delle temperature medie globali di 1,8° C – uno scenario ottimistico in cui le emissioni di carbonio si livelleranno globalmente nei prossimi decenni per poi diminuire – farebbe aumentare le richieste di asilo del 28% cento entro il 2100», cioè 98.000 richieste in più ogni anno nell’Ue. Ma se «le emissioni di CO2 proseguiranno lungo la loro attuale traiettoria, con le temperature globali che saliranno tra i 2,6  e i  4,8° C entro il 2100, le richieste di asilo potrebbero aumentare del 188%», cioè 660.000 richieste in più presentate ogni anno.

Lo studio è stato realizzato su richiesta del Joint Research Centre (Jcr) della Commissione europea e anche con finanziamenti del Il Dipartimento dell’energia degli Stati Uniti e Juan-Carlos Ciscar, dell’Economics of climate change, energy and transport unit del Jrc, conclude: «Questi risultati saranno particolarmente importanti per i responsabili politici poiché dimostrano che gli impatti climatici possono andare oltre i confini di un singolo Paese, portando forse a flussi migratori più elevati. Ulteriori ricerche dovrebbero esaminare i modi in cui i Paesi in via di sviluppo possono adattare le loro pratiche agricole ai cambiamenti climatici».

Per approfondire: greenreport.it

 

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X

Con il tuo aiuto saremo sempre
pronti a intervenire su qualsiasi emergenza.

CARTA
Bonifico
Online
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di VeganFriendly!
Si è verificato un errore!

Scopri tutti i modi per donare

X