Cosa mangiamo oggi?

L’ Acacia è un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Mimosacee che comprende 600 specie dei paesi caldi (specialmente Africa e Australia). Sono alberi o arbusti resistenti anche nei terreni aridi, spesso con stipole spinose, a foglie bipennate con moltissime foglioline. I più importanti prodotti delle acacie sono la gomma (da A. arabica, africana), il tannino, il catecù (legno compatto e resistente per falegnameria ed ebanisteria). Tra questi prodotti non sono classificati alimenti di alcun tipo.

Eppure, in alcune regioni del Sud Sudan, gli effetti della siccità combinati agli spostamenti forzati dovuti al conflitto, hanno portato milioni di persone sull’orlo della fame.

Tra di loro c’è Niyal, scappata dopo l’attacco armato al suo villaggio in cui ha perso la vita il marito. Le acacie per Niyal sono oggi una delle poche risorse ancora disponibili per sfamare i tre figli, che hanno 10, 8 e 6 anni.

Le foglie di acacia sono dure, secche e nerborute, ma basta un mortaio per sminuzzarle, ammorbidirle e sprigionare quel liquido verdastro che conferisce un po’ di sapore a questo non-alimento che anche oggi “sfamerà” l’intera famiglia.

Ora serve accendere il fuoco. Anche la legna è diventata una risorsa rara, portata sulla testa per chilometri, va usata con parsimonia.

Bene, dopo tanta fatica la cena è pronta!

Qui il sole cala presto. Nei dintorni non c’è energia elettrica per km e km e il buio in un attimo circonda tutto. Domani sarà un’altra giornata di lotta per la sopravvivenza per Niyal e i suoi bambini, che cammineranno nel caldo polveroso alla ricerca di cibo, acqua e legna in un paesaggio sempre più brullo e inospitale che si estende tutt’attorno a perdita d’occhio.  Per questo si va letto presto, ancora prima che cali la notte.

Ma la zuppa è presto digerita e non è facile dormire quando si ha ancora fame!


C’è bisogno del sostegno di tutti per non arrivare troppo tardi. Morire di fame nel terzo millennio è una vergogna per l’umanità intera. Fare qualcosa è possibile, ma NON SENZA DI TE!

DONA ORA

 

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X

Con il tuo aiuto saremo sempre
pronti a intervenire su qualsiasi emergenza.

CARTA
Bonifico
Online
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di VeganFriendly!
Si è verificato un errore!

Scopri tutti i modi per donare

X