Il Cyclone Mora: Bangladesh, Myanmar, Sri Lanka

Il cyclone Mora ha colpito ieri le coste sud orientali del Bangladesh, con piogge torrenziali e forti venti a 117 Km/h. Fortunatamente ci sono stati diversi feriti ma nessuna vittima. Nella baia del Bengala, infatti, cicloni e uragani sono abbastanza frequenti e il lavoro di prevenzione e riduzione del rischio svolto negli anni comincia a mostrare i suoi frutti: in questa occasione, ad esempio, le autorità hanno evacuato e messo in sicurezza negli shelter oltre 1 milione di persone, evitando in tal modo che l’evento naturale si trasformasse in catastrofe.

A subire maggiori danni sono stati i campi che accolgono i rifugiati Rohingya, una minoranza musulmana che in Myanmar non viene riconosciuta e che a causa di discriminazioni e violenze ha oltrepassato il confine cercando rifugio in Bangladesh. Ora ci si aspetta che il ciclone continui il suo viaggio e arrivi anche in India e in Myanmar.

Contemporaneamente in Sri Lanka le frane e le inondazioni dovute a giorni consecutivi di piogge torrenziali hanno causato 180 vittime e un centinaio di dispersi. Migliaia di sopravvissuti sono a rischio di contrarre malattie legate alla presenza di acque stagnanti, come diarrea, colera e soprattutto Dengue.

Mentre gli effetti dei cambiamenti climatici continuano a devastare interi paesi e a causare vittime innocenti, non possiamo non pensare alle posizioni del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che al G7 di pochi giorni fa a Taormina ha ribadito la sua contrarietà al Trattato di Parigi e la non priorità del tema ambientale per il suo paese. Una scelta di cui tutto il pianeta, purtroppo, continuerà a fare le spese.

In Africa è Emergenza Fame

Scopri tutti i modi per donare

Iscriviti alla nostra newsletter

GRAZIE!

La tua iscrizione è quasi terminata, solo un ultimo clic per confermarla, controlla la tua posta elettronica.

Senza cibo.
Senza acqua.
Senza forza.
MA NON
SENZA DI TE.
Condividere è il primo modo di AGIRE.

Condividi
Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X

Con il tuo aiuto saremo sempre
pronti a intervenire su qualsiasi emergenza.

CARTA
Bonifico
Online
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di VeganFriendly!
Si è verificato un errore!

Scopri tutti i modi per donare

X