La siccità colpisce 185.000 bambini in Somalia

Negli ultimi tre anni in Somalia è caduta meno della metà della quantità normale di pioggia. Questa siccità ha causato l’inaridimento dei campi e la morte del bestiame, oltre all’impossibilità di sostentarsi per centinaia di migliaia di persone e al diffondersi di epidemie come tifo e colera. È la carestia peggiore registrata nel mondo negli ultimi anni.

Foto: HORN CONNECT

Willo, in attesa di trattamento per malnutrizione al Bay Regional Hospital di Baidoa, Somalia Photo Credit: HORN CONNECT

Willo è una dei 185.000 bambini somali attualmente malnutriti. Ed è tra i più fortunati: è in cura al Bay Regional Hospital di Baidoa, dove riceve trattamenti che la salveranno dalla morte. Ma in tutto il paese la situazione è gravissima e si stima che la carestia porterà alla malnutrizione acuta 1 milione di bambini entro giugno 2017 a meno di un intervento immediato.

Oggi in Somalia 6,2 milioni di persone – ovvero la metà dell’intera popolazione – ha bisogno di urgente assistenza sanitaria e sono oltre 1 milione gli sfollati che, avendo abbandonato i propri villaggi in cerca di acqua e cibo, vivono attualmente in condizioni terribili. La mancanza di acqua non soltanto porta alla morte per sete, ma causa anche carenza di condizioni igieniche adeguate con conseguente diffondersi di malattie mortali.

Cesvi e Coopi lavorano in Somalia per offrire prestazioni sanitarie e cure ai casi di malnutrizione, specialmente nei bambini, distribuiscono cibo e acqua potabile e aiutano nella coltivazione dei campi e nell’allevamento delle greggi, uniche fonti di reddito per la maggioranza della popolazione.

Ma c’è bisogno anche del tuo aiuto per non arrivare troppo tardi. Morire di fame nel terzo millennio è una vergogna per l’umanità intera. Fare qualcosa è possibile, ma NON SENZA DI TE!

DONA ORA

Senza cibo.
Senza acqua.
Senza forza.
MA NON
SENZA DI TE.
Condividere è il primo modo di AGIRE.

Condividi
Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X