Il coraggio degli operatori umanitari

 

Sei operatori umanitari sono stati uccisi sabato in un agguato in Sud Sudan, dove un mese fa è stato dichiarato ufficialmente lo stato di carestia e dove l’apporto degli operatori umanitari è quindi fondamentale per mitigare la sofferenza della popolazione vittima della fame. Come si apprende dall’Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA), le sei vittime, di cui ancora non si conosce né la nazionalità né l’organizzazione di appartenenza,  sono state attaccate mentre viaggiavano dalla capitale, Juba, alla città orientale di Pibor.

Sono inorridito e indignato. In un momento in cui i bisogni umanitari hanno raggiunto livelli senza precedenti, è del tutto inaccettabile che coloro che stanno cercando di aiutare vengono attaccati e uccisi“, ha detto Eugene Owusu, il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per il Sud Sudan

Dall’inizio del conflitto del 2013, in Sud Sudan sono stati uccisi 79 operatori umanitari, di cui ben 12 nel 2017.  Il Sud Sudan non è purtroppo il solo paese dove la consegna degli aiuti è un operazione da supereroi.  Secondo i dati dell’ Aid Workers Security Database , siamo passati dalle 172 vittime di attacchi nel 2005 alle  287 nel 2015.

Una situazione che  in alcune zone mette a rischio la fattibilità stessa delle operazioni di aiuto, come avvenuto in alcune fasi della guerra in Siria, quando ampie zone del territorio, dove i bisogni umanitari erano altissimi, non erano raggiungibili da nessuna organizzazione.

Sempre più difficile anche la situazione di chi cerca di garantire il rispetto dei diritti umani.

In Repubblica Democratica del Congo due funzionari delle Nazioni Unite e quattro collaboratori congolesi sono scomparsi nel corso di una missione di pace. Erano in viaggio a Kasai per indagare su eventuali violazioni dei diritti umani dopo la notizia che i soldati del governo avrebbero ucciso almeno una dozzina di civili disarmati, compresi i bambini, come rivelato da un agghiacciante video rilasciato ad AFP. Di loro si sono perse le tracce dal 12 marzo.

Ma, nonostante il pericolo, non possiamo fermarci! Continuiamo il nostro lavoro, intensificando le misure di sicurezza e proseguendo la nostra missione: portare aiuti a chi soffre.

Per quanto spesso vengano chiamati “volontari” , gli operatori umanitari devono essere sempre più esperti professionisti, con un bagaglio di formazione, esperienza e coraggio. Nei complessi contesti di crisi attuali, le organizzazioni umanitarie hanno il compito di rispettare scrupolosamente le regole di sicurezza per non mettere a repentaglio la vita dei propri collaboratori, locali ed espatriati.Una parte cospicua del lavoro delle ONG del network di AGIRE va sempre più in questa direzione” (A. Fantuzi, coordinatore AGIRE)

Esprimiamo il nostro cordoglio ai famigliari degli operatori uccisi in Sud Sudan e di quelli scomparsi in Congo. Un pensiero di incoraggiamento e stima va a tutti gli operatori che ogni giorno mettono a rischio la propria vita nell’esercizio del loro altruismo e del loro lavoro.

 

(Nella foto Giovanni lo Porto, rapito in Pakistan nel 2012, morto nel 2015 a seguito di un raid USA.)

Donare non è mai stato così facile.

Scopri tutti i modi per donare

Iscriviti alla nostra newsletter

GRAZIE!

La tua iscrizione è quasi terminata, solo un ultimo clic per confermarla, controlla la tua posta elettronica.

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGENZIA ITALIANA PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE – AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT15 W 03359 01600 100000016224
Causale: AGIRE Prima
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 85593614

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 79  U 07601 03200 000085593614 

 

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: AGIRE PRIMA

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, la chiamata è gratuita.

X

Con il tuo aiuto saremo sempre
pronti a intervenire su qualsiasi emergenza.

CARTA
Bonifico
Online
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di VeganFriendly!
Si è verificato un errore!

Scopri tutti i modi per donare

X