LA GIORNATA DELLA MEMORIA E’ OGNI GIORNO

Voi che vivete sicuri 
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e i visi amici:
considerate se questo è un uomo,
che lavora nel fango,
che non conosce pace,
che lotta per mezzo pane,
che muore per un sì o per un no.
(Primo Levi)

Si celebra il 27 gennaio la Giornata della Memoria che ricorda le vittime dell’Olocausto ed è stata istituita per dire “MAI PIU’!”   a tragedie e crimini contro l’umanità come quelli perpetrati ai danni del popolo ebraico.

Da bambina studiando queste pagine della storia, mi chiedevo come tutto ciò fosse stato possibile. Ma oggi, guardando a ciò che accade, mi rendo conto che siamo ancora testimoni di atrocità tremende di cui un giorno dovremo rendere conto.

SHELTER IN THE ABANDONED WAGON SERBIA @IGOR COKO

SHELTER IN THE ABANDONED WAGON SERBIA @IGOR COKO

Basta pensare a questi ultimi giorni. Oltre ai “nostri” terremotati, che vivono al gelo in tende e strutture inadeguate, sotto coltri di neve che isolano dal mondo paesi interi, oltre alle tragedie causate da terremoto e maltempo, altre persone, a poca distanza da noi, soffrono un destino altrettanto difficile e drammatico, al limite della sopravvivenza umana.

Parliamo dei profughi bloccati alle porte di Belgrado, in Serbia, dalla chiusura della cosiddetta rotta balcanica. Oltre 2000 persone in fuga dagli orrori delle guerre in Siria, Iraq e Afghanistan, che avrebbero diritto di essere accolte e di trovare tregua al proprio cammino, dormono in una fabbrica abbandonata, con temperature che la notte hanno raggiunto i – 16°gradi.

Foto @fresh Response Serbia

Sette profughi sono morti per il freddo in Bulgaria, Grecia e Macedonia, alle porte di questa Europa inospitale che dimentica in fretta la propria storia. Nessuno infatti ricorda che nei primi anni ’40, Aleppo (così come diverse località della Palestina e dell’Egitto) ha accolto migliaia di europei in fuga dagli orrori e dalle tragedie della seconda guerra mondiale.

Le guerre degli ultimi anni colpiscono sempre più i civili, costretti a fuggire e a cercare salvezza in paesi che li respingono e spesso li costringono a situazioni di vita disumane, privandoli dei diritti sanciti dalle leggi internazionali.

E se l’assenza di memoria storica resta una delle contraddizioni della nostra società, in questa Giornata della Memoria l’augurio è che il ricordo delle vittime della Shoah possa aprire i nostri cuori e quelli dei nostri governanti, affinché lo stupore dinnanzi alle atrocità del passato si trasformi in consapevolezza e accoglienza oggi.

Maddalena Grechi
Responsabile Comunicazione AGIRE

 Le organizzazioni del network di AGIRE supportano i profughi non solo nei paesi di origine e provenienza ma anche in Grecia, Serbia, Macedonia e in Italia, dove sono impegnate in progetti di accoglienza e integrazione.

Foto: SHELTER IN THE ABANDONED WAGON SERBIA @IGOR COKO / RESPONSE SERBIA @fresh

Banca

Conto corrente Banca Prossima intestato ad AGIRE ONLUS. Via Paraguay 5, – 00198 Roma.

IBAN: IT64 R 03359 01600 100000013915
Causale: Carestia Africa Centrale
Dall’estero- codice BIC/SWIFT: BCITITMX

Se sei un correntista del gruppo Intesa San Paolo puoi donare senza commissioni inserendo nel campo beneficiario il Codice 9679.

Posta

Con bollettino postale sul conto corrente
n. 4146579

Oppure con bonifico postale su IBAN
IT 64 M 07601 03200 000004146579

Conto intestato ad AGIRE ONLUS 1
Via Paraguay 5 – 00198 Roma.
Causale: Carestia Africa Centrale

Numero verde

agire-numero-verde

per donazioni telefoniche con carta di credito, chiamata gratuita.

X

Stai donando per Carestia in Centro Africa.

CARTA
Bonifico
Online
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di VeganFriendly!
Si è verificato un errore!

Scopri tutti i modi per donare

X